Lunedì, 17 Maggio 2021
Economia Centro storico / Via Gian Domenico Romagnosi

Nelle campagne trentine lavoro nero ed intermediari abusivi: 131 casi

Guardia di Finanza nei meleti e nei vigneti trentini. In Regione 107 lavoratori completamente in nero ed altre irregolarità, scoperte anche 4 società di intermediazione abusive

La Guardia di Fiinanza in azione nelle campagne trentine

E' di 131 casi di lavoro nero su 100 controlli svolti in un mese il bilancio della Guardia di Finanza del Trentino Alto Adige, che ha setacciato meleti e vitigni trentini alla ricerca di irregolarità. Sul totale ben 107 lavoratori erano completamente in nero mentre altri 24 risultavano iscritti a libro paga pur percependo sostanzialmente lo stipendio fuori busta. 

I responsabili delle imprese “irregolari” sono stati segnalati ai competenti Uffici del Lavoro, per quanto attiene alle violazioni relative all’illecito impiego della manodopera e all’Agenzia delle Entrate per i profili di carattere strettamente tributario. Il 60% dei lavoratori irregolari individuati proviene dall’Unione Europea, con particolari picchi fra gli italiani (36%) e gli slovacchi (11%).

I lavoratori provenienti, invece, da zone extra U.E., Africa e Asia rappresentano il rimanente 40%, con una prevalenza di macedoni (14%). Tra questi ultimi, è stato scoperto anche un bracciante “in nero” (proveniente appunto da una provincia della Repubblica di Macedonia), privo di permesso di soggiorno e, quindi, clandestinamente presente sul territorio nazionale. Il datore di lavoro è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bolzano per violazione della legge “Bossi-Fini” e rischia 5.000 euro di multa.

E' macedone anche il "caporale", scoperto dalle Fiamme Gialle, che avrebbe fornito ad un'azienda agricola 4 braccianti, percependo tutti i 12 euro/ora della paga di ciascuno, e trattenendo per sè una percentuale pari a 30 centesimi /ora per ogni lavoratore. I finanzieri hanno trovato un "regolare" cotratto stipulato tra l'intermediario e l'agricoltore. In questo ambito sarebbero state anche scoperte quattro società di intermediazione, due italiane e due rumene, completamente abusive. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle campagne trentine lavoro nero ed intermediari abusivi: 131 casi

TrentoToday è in caricamento