Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori delle funivie

240 lavoratori degli impianti di Marileva, Folgarida, Pinzolo, Tonale e Trento Funivie si sono riuniti in assemblea dichiarando lo stato di agitazione: se le relative aziende non rivedranno la decisione di disdettare il contratto di secondo livello gli operatori delle funivie sono pronti allo sciopero

Sono stati 240 i lavoratori delle funivie di Folgarida, Marileva, Pinzolo, Tonale e Trento che hanno preso parte all'assemblea tenutasi nei giorni scorsi a Dimaro in Val di Sole. Hanno indetto lo stato di agitazione a causa della disdetta unilaterale, da parte delle aziende, del contratto aziendale di secondo livello, che secondo i sindacati porterebbe a un drastico taglio delle retribuzioni con punte fino a 10 mila euro annuali. Cgil, Cisl e RSA aziendali non escludono la possibilità di uno sciopero anche in questo settore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

  • Trento Città del Natale: Mercatini, Notte Bianca, Capodanno. Ecco tutte le novità

  • Camion sbanda e finisce contro il guard rail: chiusa una corsia della Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento