menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attese di mesi per la cassa integrazione, la anticipa il Fondo speciale

La dotazione attuale del Fondo si è ridotta rispetto alla sua istituzione, ed è pari a 286.000 euro (in origine era di 500.000), segno questo che la situazione economico-occupazionale è in via di miglioramento

I lavoratori del Trentino non dovranno più attendere mesi per la concessione del trattamento di integrazione salariale, ma possono beneficiarne subito grazie all'anticipazione disposta dal Fondo speciale, costituito con risorse provinciali. La dotazione attuale del Fondo si è ridotta rispetto alla sua istituzione, ed è pari a 286.000 euro (in origine era di 500.000), segno questo che la situazione economico-occupazionale è in via di miglioramento. Lo ha deciso la Giunta provinciale, su proposta del vicepresidente Alessandro Olivi,  il testo di un nuovo accordo fra Provincia autonoma, Inps-sede regionale di Trento e Cooperfidi per l'anticipazione ai lavoratori dei trattamenti di integrazione salariale con l'utilizzo diretto del Fondo speciale di garanzia. L'accordo riguarda in questo caso le società cooperative, ha validità di un anno, e interessa i lavoratori dipendenti in cassa integrazione straordinaria, appartenenti ad imprese in difficoltà che non riescono a produrre il Durc (Documento unico di regolarità contributiva) e a rilasciare idonee garanzie sul rimborso di quanto  avuto dai Confidi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento