menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Trentino gli stranieri gestiscono 3.300 imprese

Realtà consolidata, ma in lieve calo: questo il panorama tratteggiato dai numeri della Camera di Commercio

Sono 3.322 le imprese gestite da cittadini stranieri registrate in Trentino al 30 giugno di quest’anno, in calo del 7,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E' questa la situazione tratteggiata dai numeri diffusi oggi dalla Camera di Commercio di Trento.

Tra i Paesi di provenienza si segnalano l’Albania, con 298 unità (il 12,6% del totale), la Romania con 243 (il 10,3%), il Marocco con 217 (9,2%) e se si esclude la Svizzera, area di grande tradizione migratoria per gli italiani che dà luogo a un sensibile fenomeno “di ritorno”, la Cina con 152 imprenditori (il 6,4%). "Le imprese straniere rappresentano una realtà ormai strutturale nell’ambito del nostro sistema imprenditoriale che incide per il 6,5% sul totale delle attività che compongono il tessuto economico locale, pari a 50.768 imprese" spiega una nota della Camera di Commercio. 

Il dato trentino è tuttavia più contenuto rispetto a quanto rilevato a livello nazionale (9,8%) e nel Nord-Est (10,5%). Il settore in cui tali imprese sono maggiormente presenti è quello delle costruzioni dove raggiunge il 25,4% del totale delle imprese con titolare immigrato. "Si tratta di un tradizionale ambito di attività per un gran numero di cittadini stranieri che spesso finiscono per trasformare un rapporto di dipendenza in una forma di lavoro autonomo" spiega la nota. Seguono il settore del commercio, dove la presenza straniera si assesta sul 22,0%, e quello del turismo, in particolare la componente legata alla ristorazione, con il 13,9%

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento