rotate-mobile
Economia

Trento e Bolzano annunciano battaglia sull'abolizione Icef

Icef e Durp (l'equivalente altoatesino) sono nel mirino della riforma statale che punta ad introdurre un unico sistema (l'Isee) per l'accesso alle prestazioni agevolate

In Trentino, la cosa è arci nota, il trasporto, gli asili, le mense e l'accesso a numerosi servizi e agevolazioni è determinato dal fantomatico calcolo Icef, parametro inventato dal docente di economia e consulente della Provincia Gianfranco Cerea. Ma ora Icef e Durp (l'equivalente altoatesino) sono nel mirino della riforma statale che punta ad introdurre un unico sistema di valutazione nazionale (l'Isee) per regolare l'accesso ad una serie di prestazioni agevolate. Le Province autonome di Trento e di Bolzano intendono resistere e difendere gli strumenti che hanno adottato per "garantire equità di accesso, anche perché le conseguenze legate al cambio di sistema potrebbero generale gravi problemi". Ne discutono oggi gli assessori provinciali Ugo Rossi (Trentino) e Richard Theiner (Alto Adige) a Bolzano. Malgrado l'autonomia, il Trentino e l'Alto Adige non potrebbero più stabilire come assegnare stipendi, contributi al canone d'affitto o sussidi sociali, perché sarebbe lo Stato a fissare i criteri di accesso. Le autonomie annunciano quindi battaglia sia sul piano politico che su quello legale per difendere i modelli adottati a Bolzano e a Trento.

 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento e Bolzano annunciano battaglia sull'abolizione Icef

TrentoToday è in caricamento