rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Economia Centro storico / Piazza Dante

Al via in Trentino il Fondo solidarietà territoriale: sostituirà la cassa integrazione in deroga

Al via la sperimentazione per le province di Trento e Bolzano del Fondo di solidarietà territoriale intersettoriale, contenuto nei decreti attuativi del Jobs Act, che dal 2017 sostituirà la cassa integrazione in deroga. Olivi: "Strumento all'avanguardia, scommessa per tutto il Paese"

Tra i decreti attuativi del Jobs Act di Renzi ce n'è anche uno che riguarda solamente le province autonome di Trento e Bolzano. Si tratta della norma con la quale viene istituito il Fondo di solidarietà territoriale intersettoriale. Il Fondo servirà a garantire un'integrazione al salario per lavoratori "sospesi per crisi temporanea non imputabile al datore". In pratica un ammortizzatore sociale che sarà attivato per ambiti in cui, per dimensioni delle aziende o  per  altri motivi, questo tipo di strumenti non esistono.

"La norma riguarda tutti i settori - spiega l'assessore Olivi - ma interessa, in particolare, quelli dell'artigianato, del commercio e del turismo, ambiti nei quali non sono presenti strumenti previdenziali utili a sostenere la continuità dei rapporti di lavoro e dei versamenti contributivi nei periodi di difficoltà aziendale e, di conseguenza, la conservazione dei patrimoni di professionalità. Nell'industria inoltre si potranno finanziare interventi per la qualificazione e la riqualificazione professionale dei lavoratori, ma anche per la gestione non traumatica degli esuberi di personale e per la sperimentazione di percorsi di accompagnamento alla pensione. Una scommessa, insomma, per tutto il Paese: ora è importante che imprese e lavoratori facciano la loro parte". 


I contributi versati nel fondo unico dalle aziende e dai lavoratori trentini rimarranno sul territorio trentino e saranno gestiti presso l'Inps da un apposito comitato direttivo rappresentato dalle parti stipulanti l'accordo costitutivo del fondo e da rappresentanti dello Stato e della Provincia. 
Lo stesso fondo consentirà ai lavoratori di beneficiare anche dei contributi validi per la pensione per tutto il periodo di sospensione dal lavoro.
Le prestazioni del fondo territoriale sostituiranno, dal 1 gennaio 2017, quelle riconducibili alla cassa integrazione guadagni in deroga, ormai prossima alla soppressione e che, dal 2009 ad oggi, in piena crisi economica ha consentito di arginare i licenziamenti nelle piccole imprese non industriali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via in Trentino il Fondo solidarietà territoriale: sostituirà la cassa integrazione in deroga

TrentoToday è in caricamento