Economia

Sostegno al lavoro e alle famiglie con i rimborsi degli ex consiglieri

Una prima tranche di finanziamenti, che sarà oggetto di una delibera della Giunta regionale, riguarderà i progetti sull'occupazione gestiti direttamente dalle Province di Trento e di Bolzano

Saranno destinati a progetti di sostegno al lavoro, presentati dalla pubblica amministrazione, i primi finanziamenti del Fondo per il sostegno della famiglia e dell'occupazione, creato con legge regionale per raccogliere i rimborsi sui trattamenti economici degli ex consiglieri provinciali e regionali. E' la proposta condivisa oggi dal Comitato dei Garanti, che svolge un ruolo consultivo nei confronti della Giunta regionale nella gestione del Fondo. 

Una prima tranche di finanziamenti, che sarà oggetto di una delibera della Giunta regionale, riguarderà i progetti sull'occupazione gestiti direttamente dalle Province di Trento e di Bolzano. Analogo principio è stato scelto per il finanziamento dei progetti a sostegno delle famiglie: saranno scelti solamente quelli attuati direttamente dagli enti pubblici o che sono stati approvati con atto ufficiale delle Giunte provinciali. Il Comitato ha, inoltre, espresso apprezzamento per gli altri progetti, presentati però al di fuori dei termini previsti, che coinvolgono realtà del privato sociale, per i quali non è possibile, per l'anno in corso, attivare le necessarie risorse di finanziamento.  

In una prossima riunione del Comitato sarà necessario decidere l'ammontare delle risorse da mettere a disposizione per i futuri progetti nell’anno 2016. Il Comitato auspica che sia possibile attivare una procedura di selezione pubblica per coinvolgere le associazioni, gli enti del privato sociale e gli enti locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno al lavoro e alle famiglie con i rimborsi degli ex consiglieri
TrentoToday è in caricamento