Due anni senza dichiarare redditi e IVA: sotto indagine una parafarmacia di Riva del Garda

Berretti verdi in una parafarmacia gardesana: i prodotti venivano venduti con scontrini che però non venivano registrati

Quasi settecentomila euro di ricavi ed oltre centomila euro di IVA: sono queste le cifre contestate dalla Guardia di Finanza ad una parafarmacia di Riva del Garda, che per ben due anni non avrebbe presentato la dichiarazione dei redditi e dell'imposta sul valore aggiunto. 

"La società è stata individuata attraverso un’analisi di rischio di carattere economico-finanziaria, condotta sulla base degli elementi acquisiti sul territorio - spiega la Tenenza di Riva del Garda - Dall’incrocio dei dati sono emerse evidenti anomalie ed in particolare l’assenza di ricavi dichiarati al Fisco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In breve la parafarmacia vendeva i propri prodotti emettendo regolare scontrino, in modo da non insospettire i clienti, salvo poi non registrare gli scontrini in contabilità. Una mossa che ha permesso all'attività commerciale di non pagare le imposte dirette e l'IVA per due anni, ma che alla fine è stata facilmente smascherata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento