menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due anni senza dichiarare redditi e IVA: sotto indagine una parafarmacia di Riva del Garda

Berretti verdi in una parafarmacia gardesana: i prodotti venivano venduti con scontrini che però non venivano registrati

Quasi settecentomila euro di ricavi ed oltre centomila euro di IVA: sono queste le cifre contestate dalla Guardia di Finanza ad una parafarmacia di Riva del Garda, che per ben due anni non avrebbe presentato la dichiarazione dei redditi e dell'imposta sul valore aggiunto. 

"La società è stata individuata attraverso un’analisi di rischio di carattere economico-finanziaria, condotta sulla base degli elementi acquisiti sul territorio - spiega la Tenenza di Riva del Garda - Dall’incrocio dei dati sono emerse evidenti anomalie ed in particolare l’assenza di ricavi dichiarati al Fisco".

In breve la parafarmacia vendeva i propri prodotti emettendo regolare scontrino, in modo da non insospettire i clienti, salvo poi non registrare gli scontrini in contabilità. Una mossa che ha permesso all'attività commerciale di non pagare le imposte dirette e l'IVA per due anni, ma che alla fine è stata facilmente smascherata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, sintesi del nuovo Dpcm

  • Attualità

    Covid-19, Decreto Sostegno: tutte le possibili novità

  • Attualità

    Cashback di Stato a rischio, Draghi potrebbe cancellarlo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento