rotate-mobile
Economia Via Sommarive

Università, brevettato a Povo il super-feltro che protegge dal freddo

Un materiale realizzato a partire da una resina siliconica, con risultati mai raggiunti finora

Può servire per fare il "cappotto" ad una casa, ma anche come tessuto per cappotti veri e propri il nuovo feltro hi-tech brevettato l Laboratorio Vetro e Ceramici del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Trento. Un nanomateriale realizzato con microscopiche fibre di nitruro di silicio, per molti aspetti simile al feltro tradizionale: flessibile, pieghevole, ignifugo e soprattutto un potente isolante. 

"Può essere utilizzato sia in ambito edilizio sia nel vestiario per bassissime temperature - spiega Gian Domenico Sorarù, responsabile del gruppo insieme ai ricercatori Emanuele Zara e Presanta Jana - «Il feltro viene ottenuto da una resina siliconica attraverso un trattamento ad alta temperatura. Ha un potere di isolamento termico tra i più alti mai misurati finora."

Queste  le caratteristiche tecniche: la conducibilità termica di questo materiale è pari a 19 mW/mK (ovvero 19 milliwatt al metro Kelvin) e solo l’aerogel di silice può raggiungere valori così bassi (attorno ai 15-20 mW/mK), ma risulta molto più complicato e costoso da produrre.

Ora non resta che attendere una start-up o un'azienda più affermata  per sviluppare le potenzialità della nuova scoperta. "Lancio un invito alle aziende attive nel settore tessile, dei materiali per l’edilizia o dei materiali avanzati in generale perché vengano a conoscerci e si possano stringere accordi di collaborazione per passare dal brevetto al mercato" conclude Sorarù. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, brevettato a Povo il super-feltro che protegge dal freddo

TrentoToday è in caricamento