Giro di fatture false ed evasione per 100.000 euro: coinvolte ditte trentine

Perquisizioni della Guardia di Finanza in 120 ditte sparse per tutta la Penisola, da Trento a Messina. Al vertice del sistema ci sarebbe un gruppo vicentino di distribuzione alimentare

Ci sono anche delle aziende trentine tra le 120 "visitate" in tutta Italia  dalla Guardia di Finanza per un giro di fatture false che avrebbe portato, questa la tesi degli inquirenti, ad un'evasione fiscale  di oltre 100mila euro. Le perquisizioni sono scattate, oltre  che in provincia di Trento, a Vicenza, Rovigo, Treviso, Verona, Venezia, Udine, Milano, Brescia, Torino, ferrara, Lucca, Chieti, Roma, Latina, Caserta, Napoli, Sassari e Messina.

Si tratta di società fittizie, in gergo "cartiere" perchè hanno il compito di produrre le fatture false, sparse in tutta la Penisola. Il vertice del sistema sarebbe il gruppo Nordigross, società di distribuzione alimentare, i cui titolari sono ora sotto indagine per associazione a deliinquere e reati tributari. Un'imprenditrice vicentina è stata invece arrestata e circa 1,7 milioni di euro di sua disponibilità sono stati bloccati. Il sequestro preventivo ammonta a 6,2 milioni di euro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

Torna su
TrentoToday è in caricamento