Economia

Imprese, dal 31 marzo scatta la fatturazione elettronica obbligatoria

Si tratta di attivare un'applicazione gratuita, accessibile dal sito della Camera di Commercio, messa a disposizione dal sistema camerale in collaborazione con l'Agenzia per l'Italia digitale, Unioncamere e InfoCamere

Dal 31 marzo, per le imprese che forniscono beni e servizi alla Pubblica amministrazione (PA) scatta l'obbligo di emettere e conservare le fatture nel solo formato digitale. È la cosiddetta "fatturazione elettronica", prevista dalla Finanziaria del 2008. "Proprio la dimensione tecnologica e innovativa - ha spiegato Mauro Leveghi, segretario generale della Camera di Commercio di Trento - ha consentito nel tempo di mettere a disposizione delle imprese, dei territori e delle istituzioni nuovi prodotti e servizi, spingendo sull'acceleratore della digitalizzazione. Il passaggio alla fatturazione elettronica è quindi solo l'ultima di quelle innovazioni virtuose che vedono protagoniste le Camere di Commercio".

La Camera di Commercio di Trento si è attivata anche sul piano formativo (prossimo incontro venerdì 3 aprile), per spiegare alle Piccole e medie imprese, che hanno rapporti di fornitura con le Pubbliche amministrazioni, i dettagli pratici del servizio di fatturazione elettronica. In sostanza, si tratta di attivare un’applicazione estremamente semplice e totalmente gratuita, accessibile dal sito della Camera di Commercio, messa a disposizione dal sistema camerale in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Unioncamere e InfoCamere. Al servizio si accede previo riconoscimento del titolare dell’impresa, tramite la Carta nazionale dei servizi (CNS), e poi si procede con la compilazione del documento contabile, l’individuazione della PA destinataria, la firma digitale e l’invio. L’applicativo permette inoltre di archiviare e conservare a norma le fatture emesse, fino a un massimo di 24 documenti annui. Nel corso del 2014 la Camera di Commercio di Trento ha rilasciato agli imprenditori 2.586 dispositivi CNS e firma digitale, che vengono assegnati su appuntamento dallo “Sportello firma digitale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese, dal 31 marzo scatta la fatturazione elettronica obbligatoria

TrentoToday è in caricamento