rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia località viote

Ex caserme Viote: spesi 190 mila euro per la pubblicità, ma senza esito

Dal maggio 2014 ad oggi, Patrimonio del Trentino spa, pur avendo avuto diversi contatti, fa difficoltà a trovare partner finanziari che possano finanziare l'investimento per la riqualificazione della zona

Dal maggio 2014 ad oggi Patrimonio del Trentino spa, pur avendo avuto diversi contatti con soggetti interessati alla riqualificazione e alla valorizzazione a scopo turistico delle ex caserme austroungariche in località Viote del Monte Bondone - dove temporaneamente sono stati accolti alcuni profughi - "ha riscontrato difficoltà da parte di questi ultimi a trovare, in questo particolare momento economico, partner finanziari che potessero finanziare l'investimento per il quale era previsto un 60% di leva finanziaria. Risponde così l'assessore Mauro Gilmozzi a un'interrogazione presentata sull'argomento dal consigliere provinciale Mattia Civico del Pd. 

L'assessore prosegue considerando comunque "congrua" la spesa di 190.398 euro Iva inclusa sostenuta dalla Provincia per far redigere e comunicare una proposta progettuale finalizzata a questo scopo. E questo, spiega Gilmozzi, "alla luce della tipologia qualitativa del progetto presentato e soprattutto per la veste internazionale che allo stesso è stata data". La risposta a Civico specifica poi che somma relativa alla definizione e diffusione del progetto dedicato alle Viote è stata corrisposta a questi soggetti: TNS Italia (39.350 euro); Solve Culsulting Managementberatung GmbH (41.900 euro); Techplan srl (40.000 euro); A2 Studio (40.000 euro); Costruzioni Casarotto (236 euro); Teralab (4.165 euro); Imprefond srl (8.938); Nitida (14.000 euro); Edoardo Cagol (1.800 euro).?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex caserme Viote: spesi 190 mila euro per la pubblicità, ma senza esito

TrentoToday è in caricamento