Evasione con società in Lussemburgo: la Finanza chiede 17 mln ad un imprenditore trentino

Imprenditore trentino maxievasore, secondo le Fiamme Gialle, grazie ad un "castello" di società in Lussemburgo

Maxievasore trentino beccato dalla Finanza: ammonta a 17 milioni di euro il valore dei beni sequestrati ad un imprenditore 67enne indagato per infedele diciarazione dei redditi. Tra i beni oggetto del sequestro preventivo, disposto dal gip, anche un immobile di lusso nel centro storico di Trento. 

L'indagine della Guardia di Finanza ha ricostruito una presunta rete di società, alcune estere, attraverso le quali l'uomo avrebbe movimentato denaro occultandolo al fisco italiano. In particolare le Fiamme Gialle contestano 40 milioni di euro di reddito da parte di società con sede in Lussemburgo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento