Evasione con società in Lussemburgo: la Finanza chiede 17 mln ad un imprenditore trentino

Imprenditore trentino maxievasore, secondo le Fiamme Gialle, grazie ad un "castello" di società in Lussemburgo

Maxievasore trentino beccato dalla Finanza: ammonta a 17 milioni di euro il valore dei beni sequestrati ad un imprenditore 67enne indagato per infedele diciarazione dei redditi. Tra i beni oggetto del sequestro preventivo, disposto dal gip, anche un immobile di lusso nel centro storico di Trento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine della Guardia di Finanza ha ricostruito una presunta rete di società, alcune estere, attraverso le quali l'uomo avrebbe movimentato denaro occultandolo al fisco italiano. In particolare le Fiamme Gialle contestano 40 milioni di euro di reddito da parte di società con sede in Lussemburgo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

  • Terribile schianto sulla tangenziale di Lavis: due feriti gravi

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento