menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stati generali dell'edilizia, iniezione di milioni per uscire dalla crisi

Con circa 20.000 addetti, fra imprenditori e dipendenti, quello dell'edilizia è infatti uno dei pilastri della piattaforma produttiva del Trentino. La Provincia intende mettere sul piatto circa 100 milioni di euro per smuovere il mercato

Si terranno oggi alle 15, nel palazzo della Provincia, in piazza Dante 15, a Trento, gli "stati generali dell'edilizia", momento di confronto fra tutti i soggetti interessati - amministratori, mondo imprenditoriale, rappresentanze del lavoro, esperti del settore - che metterà al centro il tema della crisi che investe con particolare forza il mondo delle costruzioni, e gli strumenti per farvi fronte. Con circa 20.000 addetti, fra imprenditori e dipendenti, quello dell'edilizia è infatti uno dei pilastri della piattaforma produttiva del Trentino. La Provincia intende mettere sul piatto circa 100 milioni di euro per smuovere il mercato, nella speranza che le ricadute raggiungano i 400 milioni di euro. Il programma prenderà in esame alcune aree tematiche, partendo dalla situazione di recessione che sta colpendo l'area dell'euro. Fra i Paesi europei, l'Italia è quella con gli andamenti del Pil peggiori; il Trentino risente di questo contesto negativo ed incerto. 

Il programma prevede un'introduzione del presidente della Provincia autonoma di Trento Alberto Pacher, e a seguire le relazioni dei tecnici e dei dirigenti provinciali su temi specifici. Nell'ordine: Vincenzo Bertozzi del Servizio Statistica tratteggerà il quadro congiunturale dell’economia e in particolare del settore delle costruzioni; il dirigente del Dipartimento Lavori pubblici Raffaele De Col farà un quadro delle misure e degli interventi anticrisi, comprensivo della programmazione dei lavori pubblici nel biennio 2013-2014, del programma straordinario per la riqualificazione e ristrutturazione di alloggi privati e del fondo per la riqualificazione degli edifici pubblici; il dirigente del Servizio Politiche sociali Luca Comper parlerà degli interventi per l’edilizia sociale (social housing, cooperative, fondo di garanzia); Antonella Chiusole dell'Agenzia del Lavoro si concentrerà sulle politiche del lavoro a sostegno del settore; Lorenzo Bertoli di Cassa del Trentino presenterà infine gli strumenti creditizi (fondi di rotazione, progetto risparmio casa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento