Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia Borgo Valsugana / Zona industriale

Dr. Schär investe a Borgo grazie a Trentino Sviluppo: 40 posti di lavoro in più

L'azienda rilancia la sua presenza in valsugana grazie alle condizioni favorevoli offerte da Trentino Sviluppo al BIC, il centro industriale di Borgo, che dovrà essere ora liberato per far spazio ad una nuova produzione da 9 milioni di euro

A sette mesi dall’inaugurazione dell’innovativo Pizza Center, capace di sfornare 4 mila pizze all’ora, il leader del gluten free Dr. Schär rilancia la propria presenza a Borgo Valsugana. L’azienda si era data tempi strettissimi per decidere se realizzare un nuovo investimento in Bassa Valsugana o presso altri suoi stabilimenti.

L’accordo è stato siglato oggi, giovedì 28 aprile, presso la sede della Provincia autonoma di Trento, dal vicepresidente Alessandro Olivi, dal consigliere delegato di Trentino Sviluppo Sergio Anzelini, dal presidente di Dr Schär Ulrich Ladurner e dal sindaco di Borgo Fabio Dalledonne che ha parlato di "colpaccio per la Valsugana". La pèromessa è quella di 40 nuove assunzioni per portare così lo stabilimento a 150 dipendenti, con un investimento di 9 milioni di euro per nuove attrezzature.

A far optare per il Trentino l'azienda, che tra le varie scelte contemplava anche l'apertura di stabilimenti in Alto Adige e Germania, sono state le condizioni favorevoli offerte da Trentino Sviluppo, tra cui la locazione dello stabile da 2300 mq, una partnership di ricerca con Fem ed Università di Trento, e la copertura economica della manutenzione straordinaria iniziale.

Lo stabile si trova presso il Business Innovation Centre (BIC) di Borgo, che è in parte già occupato da altre aziende. Con queste cinque realtà, fa sapere la Provincia, si è già raggiunto un accordo per trovare altre sedi in valle in modo da liberare tutto il BIC per Dr. Schär. Per l’assunzione di nuovo personale Dr. Schär attingerà preferibilmente a lavoratori iscritti alle liste territoriali di mobilità presso gli uffici per l’impiego della Valsugana, tramite un progetto di collaborazione con l’Agenzia del Lavoro della Provincia di Trento e la rete dei servizi territoriali all’impiego, privilegiando per quanto possibile l’occupazionale femminile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dr. Schär investe a Borgo grazie a Trentino Sviluppo: 40 posti di lavoro in più

TrentoToday è in caricamento