menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine della campagna di reclutamento per l'agricoltura

Un'immagine della campagna di reclutamento per l'agricoltura

Giovani e disoccupati per la stagione agricola: ad oggi 2.000 adesioni

La campagna per coinvolgere giovani e percettori di ammortizzatori sociali si chiama "La mia terra non si ferma"

Corsa contro il tempo per "salvare" la raccolta mele e la vendemmia, in risi per la carenza di manodopera dall'estero. La Provincia ha messo in campo una campagna pubblicitaria ad hoc per coinvolgere giovani e percettori di ammortizzatori sociali. 

Una norma del Decreto Rilancio stabilisce che chi è percettore di cassa integrazione per i mesi del lockdown o reddito di cittadinanza può comunque stipulare un contratto in agricoltura fino a 30 giorni lavorativi e fino a 2.000 euro di compenso, senza che ciò vada ad incidere sui diritti acquisiti. 

Le adesioni ricevute, spiega una nota della Provincia, sono già quasi 2.000. Per iscriversi è necessario compilare il form di candidatura seguendo le indicazioni fornite sul sito di Agenzia del Lavoro (www.agenzialavoro.tn.it). La candidatura sarà segnalata agli imprenditori agricoli in cerca di personale e consentirà di effettuare dei colloqui di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento