menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sostegno al reddito, alle imprese detrazioni Irap fino al 90%

Nuova misura anti crisi: le imprese che versano i contributi agli enti bilaterali che erogano prestazioni di sostegno al reddito potranno detrarre fino al 90 per cento dell'Irap dovuta alla Provincia

Nuova misura anticrisi e a sostegno del reddito di lavoratori in difficoltà (sospesi o disoccupati). Le imprese che versano i contributi agli enti bilaterali che erogano prestazioni di sostegno al reddito, potranno detrarre fino al 90 per cento dell’Irap dovuta alla Provincia autonoma di Trento. 

La delibera approvata oggi dalla Giunta provinciale ha demandato a successivi provvedimenti l’individuazione degli enti bilaterali - composti da sindacati e associazioni di categoria - che erogano prestazioni di sostegno al reddito e che danno diritto alla detrazione Irap. In sostanza da oggi le imprese che versano i contributi agli enti bilaterali potranno godere dell’incentivo fiscale.
 
Attualmente la legge in materia di lavoro prevede l’erogazione dell’indennità di disoccupazione, per la durata massima di 90 giornate annue, a favore dei lavoratori sospesi dal lavoro per crisi aziendali o occupazionali, non rientranti nel campo di applicazione della cassa integrazione guadagni. La misura è subordinata ad un intervento integrativo pari alla misura di almeno il 20 per cento dell’indennità stessa a carico degli enti bilaterali. 
 
Così come la stessa legge prevede ancora l’erogazione dell’indennità di disoccupazione - sempre per la durata massima di 90 giornate - a favore degli apprendisti con almeno tre mesi di servizio presso l’azienda di appartenenza, a fronte della sospensione o del licenziamento riconducibile a motivi di crisi aziendale o occupazionale. Anche in questo caso, l’accesso è subordinato ad un intervento integrativo pari alla misura di almeno il 20 per cento dell’indennità stessa a carico degli enti bilaterali previsti dalla contrattazione collettiva.
 
Sono stati approvati anche i criteri per l'attuazione della detrazione Irap per agevolare il finanziamento della promozione turistica, i cui beneficiari sono le Apt e  i Consorzi turistici di associazioni pro loco. La detrazione sarà pari al 50 per cento dell'importo dei finanziamenti. 
 
I finanziamenti che danno diritto all'agevolazione sono: i finanziamenti a titolo di liberalità o contributo, compresi i contributi dovuti ai soci delle società cooperative, consortili e dei consorzi, nonché le quote annuali delle associazioni; i corrispettivi a fronte della partecipazione a iniziative e progetti di marketing e comunicazione.
 
I finanziamenti oggetto della detrazione devono rientrare in un limite minimo, differenziato a seconda dell'appartenenza dei beneficiari.
In sintesi: limite di 1.000 euro per gestione di funicolari, ski-lift e seggiovie, alberghi e strutture simili, alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni, aree di campeggio, attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse. Per tutti gli altri soggetti il limite è 250 euro.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento