"Cura Italia": dai bonus baby-sitter alla sospensione dei mutui, ecco il decreto per combattere l'emergenza

Presentato dal Governo il decreto "Cura Italia", ecco i punti principali

Sospensione dei mutui, cassa integrazione in deroga, voucher baby-sitter da 600 euro o 15 giorni di congedo parentale, ma anche un finanziamento per il sistema sanitario nazionale da 3,5 miliardi di euro. Questi alcuni punti del decreto "Cura Italia" presentato dal premier Conte e dal ministro dell'Economia Gualtieri nel pomeriggio di lunedì 16 marzo.

Una manovra economica straordinaria in tutti i sensi, questo l'aggettivo usato dal premier, del valore di 25 miliardi di euro. Il decreto "Cura Italia", varato da Palazzo Chigi nel primo pomeriggio di oggi dopo un Consiglio dei ministri straordinario, dovrà essere poi discusso e approvato da Camera e Senato per essere operativo.

"Il governo è vicino alle imprese, ai professionisti, alle famiglie, alle donne e agli uomini, ai giovani che stanno facendo enormi sacrifici per tutelare il bene più alto. Nessuno deve sentirsi abbandonato e questo decreto lo dimostra. Abbiamo appena concluso i lavori del Consiglio dei ministri: è un passaggio importante. E' una manovra economica poderosa: non abbiamo pensato e non pensiamo di combattere un'alluvione con gli stracci" sono state le parole del premier. Tutti gli aggiornamenti su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento