menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coldiretti: "Scegliete made in Trentino, crisi ristorazione ricade sull'agricoltura"

L'appello del presidente Coldiretti del Trentino Alto Adige Barbacovi

Scegliere prodotti made in Trentino per sostenere l'economia locale. Lo chiede la Coldiretti del Trentino Alto Adige ai consumatori dopo le ingenti perdite del settore dovute alla cancellazione dei tradizionali pranzi e cenoni natalizi a causa delle resrizioni anti-covid. Perdite calcolate, a livello nazionale, in 750 milioni di euro. Un settore, quello della ristorazione, direttamente collegato all'agricoltura. 

“In questo inizio 2021 particolarmente difficile dal punto di vista economico invitiamo i cittadini ad acquistare i prodotti locali per aiutare le nostre aziende e sostenere l’economia della nostra regione. Come Coldiretti chiediamo inoltre che il Governo metta in campo misure di ristoro adeguate per l’intero sistema agroalimentare su cui ricadono gli effetti negativi delle chiusure e delle limitazioni del canale ristorazione” spiega il presidente regionale del sindacato agricoltori Gianluca Barbacovi .

Bar, ristoranti ed agriturismi tornano, non senza proteste, a riaprire dopo il lungo lockdown natalizio. In realtà molti, spiega Barbacovi, non riapriranno. Troppo duro il colpo subìto nei mesi scorsi, troppo effimere le speranze per il futuro. "C'è da considerare il calo del volume di affari dovuto all’assenza di turismo, allo smartworking e alla diffidenza ancora presente tra i cittadini con l’avanzare dei contagi - commenta il presidente -  In alcuni settori come quello ittico e vitivinicolo, importantissimi in Trentino, la ristorazione rappresenta addirittura il principale canale di commercializzazione per fatturato".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento