rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Economia

Crisi lattiero-caseario, in arrivo quattro milioni di euro

Un emendamento al ddl provinciale Pnrr stanzia un aiuto forfettario per le aziende zootecniche e del settore itticolo

Dopo l'ultimo allarme lanciato dalla federazione provinciale degli allevatori sulla crisi che sta affrontando la zootecnia trentina e l'incontro di fine aprile tra i vertici della Provincia (Pat) e gli allevatori della Bassa Vallagarina, dell'altopiano di Brentonico, nonché i rappresentanti delle cooperative lattiero-casearie, sono in arrivo quattro milioni di euro di aiuti.

Il finanziamento è previsto dall'emendamento al disegno di legge (ddl) provinciale "Pnrr" che consente alla Giunta provinciale di prevedere, attraverso specifici criteri, un aiuto forfettario sia per le aziende zootecniche sia per quelle del settore itticolo. 

La Giunta provinciale si è impegnata anche sul fronte degli strumenti “settoriali” e della promozione dei prodotti trentini, grazie alla campagna condivisa con Trentino marketing. C'è poi l’apertura del bando da 600mila euro per la riqualificazione dei caseifici e le opportunità collegate ai bandi Pnrr, per i quali la Provincia è in campo nel sostenere nella progettualità i soggetti del mondo agricolo trentino.

Pnrr, quanti soldi arriveranno in Trentino e come verranno spesi

C’è infine una terza fase in programma - ha spiegato l'assessora provinciale all'Agricoltura Giulia Zanotelli - con il coinvolgimento del Tavolo verde e della fondazione Mach: "L'obiettivo è il rilancio dell’intera filiera zootecnica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi lattiero-caseario, in arrivo quattro milioni di euro

TrentoToday è in caricamento