Crac Btd Primiero: dalla Federazione piena fiducia nella Magistratura

Nei prossimi giorni i revisori coinvolti nell'inchiesta presenteranno la memoria difensiva, dal presidente Fezzi massima fiducia nell'operato della Magistratura

"Un atto dovuto". Così i vertici della Cooperazione trentina commentano la chiusura delle indagini per la bancarotta della Btd Primiero, che vede indagati alcuni nomi  eccellenti della Federazione. Fiducia totale nella magistratura è stata ribadita dal presidente Mauro Fezzi: "nello stesso tempo esprimiamo la convinzione che la Divisione Vigilanza abbia sempre agito con la consueta correttezza e trasparenza, secondo modalità radicate e sperimentate di serietà e responsabilità nei controlli sulle nostre cooperative" ha aggiunto.

“Siamo in una fase del tutto preliminare, e nei prossimi giorni i revisori coinvolti nell’inchiesta presenteranno una memoria difensiva con tutti gli elementi documentali in loro possesso e chiederanno di essere sentiti dal magistrato - spiega il direttore  della Federazione delle Cooperative Alessandro Ceschi - Come già dichiarato in passato sulla stessa vicenda, riteniamo che il tempestivo intervento della Federazione che ha bloccato la società abbia scongiurato conseguenze ben peggiori".

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento