Turismo in crisi per il coronavirus, la senatrice Testor: "Sospendere le tasse"

Sospendere le tasse all'intero settore del turismo, questa la richiesta della senatrice trentina di Forza Italia

Turismo in ginocchio per l'emergenza coronavirus. Non si contano le disdette di prenotazioni negli alberghi del Trentino, dove, ricordiamolo, le piste sono aperte e gli impianti perfettamente agibili. E proprio da una senatrice trentina, Elena Testor di Forza Italia, arriva la richiesta al Goveno di sospendere tasse e mutui alle imprese del settore.

"Il Governo garantisca fondi di integrazione salariale per i dipendenti delle imprese turistiche e sospenda il pagamento di tasse, contributi e mutui prima che le cancellazioni costringano molte di loro a ridurre il personale o addirittura a chiudere l'attività a causa dell'emergenza legata al corona virus". E' la richiesta rivolta dalla senatrice al Ministro dell'Economia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte occupazioale, in Trentino, i sindacati hanno chiesto il ricorso al Fondo di solidarietà per i 1.300 addetti degli impianti di risalita che ora sono a rischio di recessione anticipata del contratto. "In tutte le località turistiche del Trentino si segnala in questi giorni una notevole presenza di ospiti provenienti dai principali Paesi europei, che possono sciare su piste ottimamente innevate e apprezzare l’ospitalità trentina garantita dalla professionalità e dall’impegno di tutti gli operatori del settore" ricorda una nota del sito istituzionale Visittrentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus: si va verso la proroga fino al 30 aprile, arriva il "mini-reddito" anche per chi è in nero

Torna su
TrentoToday è in caricamento