menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi prima casa per giovani coppie: cambiano i requisiti

Due novità, restrittive: si passa da 2 a 3 anni di residenza e ci sarà un tempo massimo di un anno per sottoscrivere il mutuo. Ad oggi sono arrivate 626 domande per uno stanziamento di 11 milioni di euro in tre anni

Criteri più restrittivi per l'accesso ai contributi destinati a giovani coppie per l'edilizia agevolata: non basteranno più 2 anni di residenza in Trentino bensì 3 e sarà necessario sottoscrivere il mutuo nel giro di un anno dalla comunicazione della concessione di contributo. Queste le due novità princiali introdotte: "Si punta a non sprecare le risorse e ad omologare questi contributi ad altre politiche di welfare" spiega il presidente della Provincia Ugo Rossi.

Proprio in questi giorni sono scaduti i termini di presentazione delle domande. Sono state 626 le domande ricevute fino ad oggi, mancano ancora quelle inviate via posta. Nel 2015 le richieste erano state 768. Le risorse stanziate ogni anno, dal 2015 al 2018, sono pari a 11.681.060,80 euro.

Le modifiche introdotte saranno valide per i soggetti che hanno presentato domande nel 2016 e negli anni successivi. I nuovi criteri saranno applicati anche ai soggetti che hanno presentato domanda nel 2015 e che al 31 dicembre 2015 non hanno ancora ricevuto la comunicazione relativa all'avvenuto accertamento delle condizioni per la stipulazione del contratto di mutuo agevolato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento