rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia San Giuseppe / Via dei Muredei

Gli artigiani disdettano il contratto firmato un mese fa con i metalmeccanici

Dopo sei mesi di trattative e la firma del nuovo contratto l'Associazione Artigiani fa marcia indietro. Cgil, Cisl e Uil: "Valuteremo con i nostri legali, fatto inaudito"

Retromarcia improvviso degli artigiani trentini sul contratto siglato appena un mese fa con i metalmeccanici dipendenti di piccole imprese. Dopo sei mesi di trattative i sindacati avevano raggiunto l'accordo con l'associazione siglando un contratto integrativo per oltre 4mila lavoratori, dagli orafi agli odontotecnici, con premio mensile di 50 euro e 16 ore di permesso in più all'anno. Evidentemente la firma da parte dell'ente di categoria era prematura.

Oggi la disdetta, e la reazione di Cgil, Cisl e Uil: "la disdetta di un contratto di lavoro ad un mese dalla firma e' senza precedenti. Stiamo verificando con i nostri legali la stessa validità della disdetta. Non e' finita qui".  

"L'Associazione Artigiani ha preso in giro i lavoratori metalmeccanici, rimangiandosi l'aumento economico previsto dal contratto.Gli artigiani trentini, quelli che faticano, sono persone serie.I loro rappresentanti si sono rivelati inaffidabili dilettanti allo sbaraglio"  conclude la nota dei segretari Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini, Walter Alotti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli artigiani disdettano il contratto firmato un mese fa con i metalmeccanici

TrentoToday è in caricamento