menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune approva la deroga per le aperture nei festivi

I commercianti avranno la facoltà di non osservare la mezza giornata di chiusura settimanale: in occasione del Festival dell'Economia (giugno) e di Autunno Trentino (settembre), apertura anche fino alle 22.30

Il Consiglio comunale ha approvato per il 2012 le aperture festive in deroga per i negozi cittadini, nei periodi considerati ad alta attrazione commerciale. La delibera proposta in aula dall’assessore allo Sviluppo Economico Fabiano Condini è passata con 21 sì, 3 no e 12 astensioni. Le aperture festive saranno le seguenti: la festività dell’Epifania in occasione dei saldi invernali; la settimana comprendente la domenica antecedente, successiva o coincidente con il 6 gennaio in occasione dei saldi invernali; la settimana comprendente la domenica antecedente, successiva o coincidente con la Fiera di S. Giuseppe; la settimana comprendente la festività antecedente, successiva o coincidente con la chiusura del Festival dell’economia; la prima domenica di luglio per l’inizio dei saldi estivi; la terza e la quarta domenica di settembre in occasione dell’Autunno trentino; la quarta domenica di novembre in concomitanza con l’apertura dei mercatini di Natale.

La delibera stabilisce inoltre, che a queste potranno aggiungersi ulteriori tre domeniche/settimane individuate annualmente dalla Giunta comunale in occasione di eventi, manifestazioni, iniziative, mostre e similari. I negozi di Candriai, Vaneze e Vason potranno restare aperti tutte le settimane/domeniche di gennaio, febbraio, marzo, aprile e novembre nell’ambito della stagione sciistica invernale e tutte le settimane/domeniche dei mesi di giugno, luglio, agosto, settembre per la stagione turistica estiva. Le deroghe per la stagione turistica estiva valgono anche a Vigo Meano, Valsorda, Villamontagna, Montevaccino, Sardagna, Baselga del Bondone, Vigolo Baselga, Sopramonte.
 
Nei periodi di apertura in deroga i commercianti avranno la facoltà di non osservare la mezza giornata di chiusura settimanale; inoltre il 2 giugno, in occasione del Festival dell'Economia, il 1° luglio, per l'inizio dei saldi estivi, e il 16 e 23 settembre, per Autunno Trentino, potranno prolungare l'apertura fino alle 22.30. Ai periodi sopra descritti si aggiungono le aperture domenicali del mese di dicembre, come già previsto. Tutte queste decisioni restano comunque appese all’applicazione o meno delle liberalizzazioni di orari e aperture previste dal decreto Monti.
Sulle nuove aperture hanno espresso contrarietà sia la consigliera Bruna Giuliani della Lega Nord sia Francesco Porta di Rifondazione Comunista per le ricadute negative sui lavoratori e sulle loro famiglie. Perplessità sulle difficoltà di conciliazione tra casa e lavoro è stata sottolineato anche da Giovanna Giugni dell’Idv che si è astenuta.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento