rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Diritto allo studio

Borse di studio più "corpose" grazie al Pnrr: come fare domanda

Un simulatore per calcolare l'entità delle borse di studio, semplificazione grazie al "bando in pillole"

Dall’11 luglio sarà possibile richiedere borsa di studio, alloggio ed esonero tasse, strumenti che Opera universitaria mette a disposizione per sostenere le migliaia di giovani che ogni anno scelgono il Trentino come sede del proprio percorso di studio, attratti anche dalla qualità dei servizi offerti, da anni ormai all’avanguardia nel panorama nazionale.

Il diritto allo studio deve, però, fare i conti con uno scenario profondamente modificato dalla pandemia, che ha reso molto delicato il momento di scelta della sede universitaria per i giovani e le loro famiglie. A questo proposito arriva un importante intervento nazionale che, attraverso i fondi del Pnrr, consente di incrementare gli importi di borsa, rendendo così il sostegno economico ancora più efficace nel coprire i costi legati agli studi. 

Opera Universitaria, inoltre, ha messo in campo due nuovi progetti per dare concretezza al diritto allo studio: un simulatore per calcolare, a partire dal proprio Isee, quale sarà l’importo della borsa teorico al quale si avrà diritto; un bando in pillole, accessibile anche da smartphone, per semplificare e rendere più immediate le informazioni necessarie per ottenere la borsa di studio e l’alloggio.

Come afferma la presidente di Opera Maria Laura Frigotto: "Abbiamo sempre puntato sulla qualità dei servizi e sulla loro aderenza alle reali necessità delle studentesse e degli studenti, con borse di studio adeguate al costo della vita, alloggi moderni, funzionali e green, mense di qualità vicine alle principali sede universitarie, ed ancora sport e cultura, per rendere gli anni universitari un’esperienza ricca sotto ogni profilo. Questi due nuovi strumenti vogliono adesso aggiungere un tassello al processo di modernizzazione e semplificazione del diritto allo studio. Desideriamo, infatti, che i nostri giovani sappiano quale sarà il supporto economico che avranno se sceglieranno Trento come sede universitaria, quali saranno le scadenze e i requisiti che dovranno mantenere, per quanto tempo potranno contare sui nostri benefici. Vogliamo, insomma, favorire un processo di scelta sempre più delicato ed importante per il futuro dei nostri giovani e per la crescita del nostro paese, chiarendo quali sono in concreto i benefici offerti e come fare per ottenerli".

Tutte le informazioni e i dettagli sul bando sono disponibili sul sito di Opera universitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio più "corpose" grazie al Pnrr: come fare domanda

TrentoToday è in caricamento