menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassa Rurale delle Dolomiti: al via la fusione tra Fassa, Agordo, Primiero e Vanoi

Firma del protocollo ieri tra i presidenti delle casse rurali Val di Fassa-Agordino e Primiero-Vanoi, un'altra cassa che "sconfinerebbe" dal Trentino

Una Cassa Rurale unica per tutta l'area dolomitica: ilpasso decisivo è stata la firma del protocollo che prevede l'unificazione della Cassa Rurale di Fassa-gordino con quella delle Valli del Primiero e del Vanoi. L'ultima parola, come già è statoper tutte le fusioni di questi anni, spetta ai soci. La nuova rurale avrà dunque un'area di competenza che oltrepasserà i confini della provincia, come fu per  la mega-cassa Paganella-Val Sabbia. 

La località di Moena ospiterebbe la sede. Il consiglio di amministrazione sarebbe di nove componenti più il presidente. Tutti eletti dall’assemblea generale dei soci. Due i vicepresidenti nominati durante la prima riunione del consiglio di amministrazione. L’unificazione delle due realtà porterebbe a una Cassa Rurale in possesso di 737 milioni di raccolta diretta, 161 milioni di euro di raccolta indiretta per una raccolta complessiva di poco inferiore ai 900 milioni di euro. Masse intermediate superiore a 1 miliardo e mezzo di euro. Per l’esattezza: 1 miliardo 530 milioni di euro. Patrimonio di 84 milioni di euro, i soci sarebbero 8038. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento