Caporalato nei vigneti dell'Alto Garda: lavoratori sottopagati da fuori provincia

L'indagine condotta dalla Polizia Locale ha fatto luce su una grave situazione di sfruttamento. La Cgil propone certificazioni per le aziende anche sotto il profilo della legalità

La situazione, seppur marginale, di caporalato in alcune zone agricole del Trentino sarà portata al tavolo del settore, al quale partecipano sindacati ed associazioni datoriali, anche  in vista del rinnovo del cotnratto che potrebbe arrivare già a fine anno. A dirlo è Lorenzo Gramola, segretario della Flai Cgil intervenendo sull'indagine che ha sollevato il velo su una situazione di sfruttamento del lavoro agricolo nell'Alto garda.

La Polizia Locale ha fermato nei giorni scorsi dei furgoni con a bordo lavoratori stranieri provenienti da fuori provincia e portati  in Trentino da una cooperativa bresciana per lavorare nei vigneti con modalità poco chiare e soprattutto con salari molto bassi. In pratica  dei pacchetti "tutto compreso", vantaggiosi per le aziende ma evidentemente non per i lavoratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La proposta del sindacato, che riferisce di aver già ricevuto diverse segnalazioni sul caso, è quella di istituire una sorta di "registro della legalità" sul  modello di quanto già fatto in altre regioni italiane, per certificare le imprese agricole anche dal punto di vista della regolarità dei lavoratori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Barche e canoe non reclamate sul lago: il Comune di Levico mette tutto all'asta

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Fuga da Trento: questa volta la escape room è grande come tutto il centro

  • Coronavirus in Trentino: nuovo picco di contagi, 79 classi in quarantena e due pazienti in rianimazione

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento