rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Bonus: dalla carta acquisti, a quello per lo psicologo. I 5 aiuti statali

Le agevolazioni legate al reddito messe a disposizione dal governo

Oltre agli assegni provinciali pensati per supportare le famiglie, ci sono degli aiuti elargiti dallo Stato, per cercare di tamponare le ricadute economiche della pandemia di covid e della guerra in Ucraina. Alcune agevolazioni sono dedicate alle famiglie, altre ai giovani e alle persone che necessitano di un sostegno psicologico. Cinque bonus, in particolare, sono a disposizione di chi ha un Isee (indicatore della situazione economica equivalente) basso e sono fruibili anche nel 2022. Eccoli di seguito.

Aumenti in bolletta, ecco come la Provincia aiuterà i trentini

L'assegno unico per i figli e il bonus nido

Chi ha un Isee basso può chiedere l'assegno unico universale, misura dedicata ai genitori con figli a carico dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età. L'importo riconosciuto diminuisce con l'aumento del reddito, ma si può usufruire dell'agevolazione anche senza presentare l'Isee: in quel caso vengono riconosciuti automaticamente 50 euro ogni mese a figlio. Anche l'importo del bonus nido varia in base all'Isee, ma può essere richiesto senza la certificazione. Si tratta di un rimborso di tutta o una parte delle spese per l'iscrizione e le rette mensili ad asili nido. Se non si presenta l'Isee si rientra nella fascia di contributo più bassa, fino a un massimo di 136,37 euro al mese.

Il bonus sociale per le bollette

Uno degli ultimi provvedimenti è l'estensione del bonus sociale per le bollette. Il governo ha alzato - dall'1 aprile e fino al 31 dicembre 2022 - il tetto Isee da 8mila a 12mila euro, così da poter sostenere circa 5,2 milioni di famiglie invece che 4 milioni. Per avere il bonus sociale non serve fare domanda: viene riconosciuto in automatico da Arera (l'autorità di regolazione per energia reti e ambiente) sulla base dei dati condivisi dall'Inps, ma proprio per questo è fondamentale presentare il modello Isee.

Il bonus casa per gli under 36 e il bonus psicologo

C'è poi il bonus casa per gli under 36. Vale anche per il 2022 ed è dedicato ai giovani nati a partire dal 1986 che vogliono comprare la prima abitazione. La legge di bilancio 2022 ha prorogato il termine per fare domanda: c'è tempo fino al 31 dicembre 2022. Il bonus casa under 36 spetta a chi non ha ancora compiuto 36 anni nell'anno del rogito, ha un Isee inferiore a 40mila euro e può dimostrare di dover accendere un mutuo non superiore a 250mila euro per l'acquisto di una prima casa (sono escluse quelle di lusso).

Tra le misure legate all'Isee c'è anche il bonus psicologo, inserito a febbraio nel decreto Milleproroghe e per il quale si attendono i decreti attuativi. Per il 2022 sono stati stanziati 20 milioni. Delle risorse, metà saranno usate per il bonus e metà per il reclutamento di professionisti. Il bonus psicologo arriverà fino a 600 euro all'anno e sarà possibile accedere in base all'Isee: il tetto massimo è stato fissato a 50mila euro, puntando a favorire i redditi più bassi.

I requisiti per la carta acquisti

Per i cittadini che si trovano in una situazione di disagio economico c'è anche la carta acquisti. Sul sito Inps si legge che è concessa a cittadini dai 65 anni in su o di età inferiore a tre anni che rispettino diversi requisiti, tra cui un Isee in corso di validità inferiore a 7.120,39 euro. Ogni due mesi vengono accreditati 80 euro utilizzabili nei negozi che espongono l'etichetta "carta acquisti", oppure per pagare le spese di luce e gas.

Fonte: Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus: dalla carta acquisti, a quello per lo psicologo. I 5 aiuti statali

TrentoToday è in caricamento