rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Economia

Bonus auto, si parte: come avere cinquemila euro di sconto

Oggi partono gli incentivi, ma bisognerà attendere il 25 maggio per l'attivazione della piattaforma

Bonus auto, oggi si parte. I maxi-incentivi del recente passato sono però solo un ricordo: non si parla più di cifre come i 10mila euro che si potevano ricevere nel 2021 scegliendo l’elettrico. Dopo due mesi e mezzo di attesa, che hanno di fatto bloccato il mercato, arriva la pubblicazione in gazzetta ufficiale.

Bonus auto 2022: come funzionano gli incentivi

Gli incentivi sono solo per l'acquisto dei veicoli elettrici, ibridi, plug-in ed endotermiche e sono concessi soltanto alle persone fisiche. Una piccola percentuale dei fondi è riservata alle società di car sharing. Sono previsti contributi a piccole e medie imprese ma solo per l'acquisto di veicoli commerciali nuovi elettrici con la contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore a Euro 4. 

Dalle prossime ore sarà possibile stipulare i contratti presso le concessionarie, ma bisognerà attendere il 25 maggio per l'attivazione della piattaforma su cui le aziende commerciali dovranno "prenotare" la pratica per ottenere il bonus. Gli sconti variano da duemila euro per i veicoli con motori tradizionali a basso impatto, fino a cinquemila euro per le auto 100 per cento elettriche con rottamazione di un mezzo inferiore alla classificazione Euro 5.

Il ministero dello Sviluppo economico dovrebbe emanare in giornata una circolare, e questo basterà perché i concessionari inizino a raccogliere subito contratti agevolabili. Sono stati previsti incentivi anche per l'acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7): un contributo del 30 per cento del prezzo di acquisto fino al massimo tremila euro e del 40 per cento fino a quattromila euro, se viene rottamata una moto in una classe da Euro 0 a 3.

Sull'effettiva convenienza delle misura ci sono però ancora dubbi: oltre agli importi limitati rispetto agli anni scorsi, pesano i prezzi rincarati, i tempi di consegna lunghi (su cui è difficile avere certezza) e i cambiamenti attesi che potrebbero rendere obsoleti anzitempo modelli oggi incentivati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus auto, si parte: come avere cinquemila euro di sconto

TrentoToday è in caricamento