Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Economia, il Decreto Sostegno slitta ma ci sono bonus in arrivo

Arrivano il reddito di cittadinanza, la Naspi, ma anche il bonus bebè e il "nuovo" bonus Irpef, passando per le pensioni. C'è il nuovo decreto che introduce gli indispensabili aiuti alle categorie in difficoltà, ma nulla è stato confermato

Reddito di cittadinanza, Naspi, bonus bebè e nuovo bonus Irpef, passando per le pensioni. A marzo arriveranno parecchi pagamenti da parte dell’Inps, ma si rimane in attesa dei nuovi sostegni che da Roma dovrebbero aver pensato di mettere sul tavolo delle attività colpite dalle chiusure, nulla è ancora stato confermato. Alcuni bonus invece sono automatici, già previsti. 

Reddito di cittadinanza e pagamenti

Da mercoledì 10 marzo 2021, dovrebbe arrivare sui conti correnti dei beneficiari l'indennità mensile di disoccupazione (Naspi) del mese di febbraio. Non tutti la percepiranno però il 10 marzo, per conoscere esattamente la data di erogazione è necessario consultare il proprio fascicolo previdenziale sul sito dell’Inps. La Naspi sarà erogata ai lavoratori dipendenti che hanno perso involontariamente la loro occupazione e non è automatica, viene erogata su domanda dell'interessato.

Altro sussidio ormai essenziale nella lotta alla povertà è il reddito di cittadinanza, che non sembra essere a rischio con il governo Draghi. Toccherà a partire dal 15 marzo ai nuovi beneficiari ovvero a coloro che hanno fatto domanda per riceverli entro il 28 febbraio 2021. Dovranno recarsi allo sportello postale per ritirare la propria carta, dove sarà caricata la somma spettante. A partire dal 27 marzo l'Inps invece verserà normalmente la somma mensile spettante per il reddito di cittadinanza a coloro che ne hanno già usufruito nei mesi precedenti. 

Lo stesso varrà per la pensione di cittadinanza, la somma spetterà a partire dal 15 marzo a coloro che hanno presentato la domanda entro il 28 febbraio 2021. L'Inps verserà la somma spettante ai beneficiari che già percepiscono la pensione di cittadinanza a partire dal 27 marzo.

Bonus bebè e bonus Irpef

Arriva anche il bonus bebè e sarà erogato a partire dal 18 marzo 2021. Anche in questo caso, però, per conoscere la data esatta è possibile consultare il proprio fascicolo Inps, dove ci sono tutti i dettagli. A chi spetta? Il bonus bebè viene assegnato per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo e ha durata di un anno dall'avvenimento in questione. L'importo di questo beneficio per la famiglia varia in base all’Isee e oscilla da un minimo di 80 a un massimo di 160 euro.

Le pensioni seguiranno il calendario per il ritiro in ordine alfabetico dovrebbe partire il 26 marzo e si dovrebbe chiudere il 1° aprile. Come già accaduto nei mesi precedenti, per l’emergenza coronavirus, anche per il mese di marzo è previsto il ritiro anticipato delle pensioni alle Poste. L’obiettivo è sempre lo stesso: evitare assembramenti di soggetti fragili agli sportelli postali per ritirare la pensione.

Infine, il bonus Irpef, che da luglio 2020 ha sostituito il bonus Renzi: sarà versato agli interessati a partire dal 23 marzo 2021. La somma sarà versata direttamente dai datori di lavoro nella busta paga dei propri dipendenti, mentre i titolari di Naspi lo avranno sul proprio conto corrente. Il cosiddetto ex bonus Renzi consiste in 100 euro mensili per i lavoratori dipendenti e assimilati con un reddito inferiore ai 28mila euro, i disoccupati titolari di Naspi e coloro che già ricevono altre prestazioni economiche a sostegno del reddito, come l'indennità di maternità, l'indennità di tirocini e la cassa integrazione.

Decreto Sostegno 2021

Il Decreto Sostegno in arrivo pare introdurre nuovi aiuti per famiglie, lavoratori e imprese, ma ancora non è stato divulgato. A quel che si apprende, la misura del reddito di cittadinanza è rifinanziata con 1 miliardo di euro e il reddito di emergenza è prorogato per ulteriori mensilità. Il bonus baby sitter da 600 euro, cioè il buono per acquistare servizi di baby sitting, è reintrodotto a sostegno dei genitori lavoratori. I genitori che lavorano e hanno figli di età inferiore a 14 anni possono usufruire di un nuovo congedo parentale straordinario per covid indennizzato al 50%, se non possono lavorare in smart working. Hanno diritto ai congedi retribuiti sia nel caso di figli in quarantena che nel caso della sospensione delle attività didattiche in presenza. Poi sono previsti contributi a fondo perduto fino a 150 mila euro per le imprese, con diverse modalità.

Nel decreto Sostegno dovrebbe essere rifinanziato per 1 miliardo di euro il Reddito di cittadinanza. Il decreto sostegno «prevederà interventi calibrati sui danni economici effettivamente subiti, prendendo a riferimento un’intera annualità e non singole mensilità. Altre interpretazioni, come quella dei due mesi 2020 per il calcolo dei danni, sono fuorvianti e prive di fondamento» riferiscono fonti del Mise. Il decreto non è, però, ancora arrivato. Si attendono novità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia, il Decreto Sostegno slitta ma ci sono bonus in arrivo

TrentoToday è in caricamento