menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tariffazione a 28 giorni: arrivano i rimborsi, è veramente una buona notizia?

I dubbi del Centro Consumatori di Trento sull'efficacia del provvedimento emanato dall'AGCOM nei giorni scorsi

L'Agenzia Garante per la Concorrenza nel  Mercato ha disposto i rimborsi a favore dei consumatori in seguito all'indebita introduzione della tarifazione a 28 giorni da parte delle compagnie telefoniche. Ma si tratta davvero di una buona notizia? Secondo il Centro Ricerca e Tutela Consumatori e Utenti di Trento, che ha seguito fin dal principio la vicenda, la notizia è buona solo in parte. 

In una lunga nota pubblicata sul sito del CRTCU si spiega come la modalità e l'entità del rimborso non siano affatto chiare: "Potrebbe non trattarsi di un vero e proprio “rimborso” in bolletta, bensì del non pagamento del servizio per il cliente per alcuni giorni. Il ritorno alla tariffazione mensile è stato accolto con ovvio favore, anche se i gestori, quando sono stati richiamati all'ordine, hanno furbescamente spalmato la cosiddetta tredicesima mensilità, nata dal calcolo a 28 giorni, sulle attuali 12 bollette. Ora, oltre al danno la beffa: alcune compagnie, infatti, hanno applicato nuovi aumenti a partire dal corrente mese! Peccato che nessuno, o in pochi, se ne siano accorti".

Ecco un esempio: "l'offerta SMART di TIM era nata con un costo di € 39,00 al mese con linea telefonica fissa, ADSL e linea mobile. Dal mese di agosto del 2016, mediante una variazione contrattuale unilaterale, il prezzo era stato aumentato di € 0,90 al mese. Ad aprile 2017 era stata introdotta la tariffazione a 28 giorni con un rincaro dell'8,6% su base annua (di fatto era stato aggiunto un tredicesimo canone di abbonamento). A seguito della legge che, a dicembre 2017, aveva imposto ai gestori la tariffazione mensile, vi era quindi stato dapprima detto aumento, quindi una successiva riduzione dello stesso pari allo 0,8%. Il costo della tariffa mensile era quindi passato prima ad euro 43,33, per poi scendere ad euro 43,01". Sul sito del CRTCU (clicca qui) tutte le informazioni relative alla vicenda. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento