menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cerevisia: l'unione fa la birra (trentina)

L'unione fa la forza, l'unione fa la birra: è frutto del lavoro congiunto di tutti i birrifici trentini la birra che sarà presentata al prossimo festival "Cerevisia", giunto alla seconda edizione dopo il successo dell'anno scorso, che si terrà a Fondo in Val di non dal 22 al 24 maggio. Il festival è nato l'anno scorso per fornire un appuntamento fisso di confronto e scambio di idee ai quindici birrifici trentini nati negli ultimi anni, oltre a fornire un'occasione di degustazione e di approfondimento ai tanti appassionati.

Con lo stesso spirito è nata la birra che porterà il nome del festival, "Cerevisia", il nome latino della bionda e dissetante bevanda. La birra Cerevisia è stata prodotta nel birrificio artigianale Maso Alto di Pressano (tra quelli che, insieme al birrificio Fiemme, usano luppoli coltivati in Trentino) ma è frutto del lavoro di tutti i mastri birrai della provincia.

Sarà una birra "saison", uno stile belga ad alta fermentazione, conosciuto per le particolari proprietà dissetanti (veniva data durante la "stagione", ovvero l'estate, ai lavoratori nei campi) che derivano dall'aggiunta di spezie, sapientemente dosate, come pepe, cardamomo, coriandolo, ed altre. In questo caso sono stati usati ginepro e genziana del Trentino, il luppolo usato è stato coltivato in val di Fiemme. Per il programma del festival clicca qui...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento