Venerdì, 25 Giugno 2021
Economia

Prezzi al consumo: Bolzano la più cara d'Italia, Trento terza

A Bolzano l'inflazione del 2,2% si traduce in una batosta, per una famiglia di 4 persone, pari a 1190 euro su base annua. A Trento il rialzo dei prezzi comporta una maggior spesa annua di 896 euro

L’Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica delle città più care d’Italia. In testa alla classifica delle città più care d’Italia, Bolzano, dove l’inflazione del 2,2% si traduce in una batosta, per una famiglia di 4 persone, pari a 1190 euro su base annua. Segue Milano, dove l’inflazione del 2,1% determina un aumento del costo della vita pari a 1078 euro e Trento, dove il rialzo dei prezzi del 2,2% comporta una maggior spesa annua di 896 euro. A preoccupare particolarmente Federconsumatori e Adusbef è il cosiddetto carrello della spesa, vale a dire i prodotti con maggiore frequenza di acquisto da parte delle famiglie: il tasso sale del +3,1%, pari ad un aggravio di +173,60 euro annui a famiglia.

Ad incidere su questa impennata contribuiscono gli aumenti dell’ortofrutta denunciati già nei primi mesi dell’anno (non a caso il prezzo dei vegetali freschi aumenta del +37,2%). Aiutano l’aumento dei prezzi anche i rincari delle autostrade e dei carburanti, che, non dimentichiamo, pesano in maniera determinante sui prezzi dei beni di consumo, che sono trasportati per l’86% su gomma. I dati sull’andamento delle vendite rispecchiano questa situazione registrando un andamento in calo rispetto a gennaio 2016, sia in valore, sia in volume. "In tale quadro”, dicono le associazioni, "l’aumento dei prezzi senza un reale incremento del potere di acquisto si traduce in un peggioramento delle condizioni delle famiglie e, di conseguenza, dell’intero sistema economico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi al consumo: Bolzano la più cara d'Italia, Trento terza

TrentoToday è in caricamento