rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Economia

La benzina torna pericolosamente a salire: servito già oltre i 2 euro

Ricominciano a salire i prezzi consigliati dei carburanti

Ricominciano a salire i prezzi consigliati dei carburanti, con i nuovi rialzi delle quotazioni internazionali dei prodotti raffinati. E salgono anche le medie nazionali dei prezzi praticati alla pompa: benzina in "fai da te" a 1,875 euro/litro, "servito" a 2,01 euro/litro; gasolio "fai da te" a 1,92, servito a 2,05 euro/litro. E' quanto emerge dalla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana. Venerdì mattina Eni ha aumentato di un centesimo al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Si registra inoltre un rialzo per Tamoil di un centesimo al litro sul gasolio.

Berlusconi: "Lo sciopero era da evitare"

Lo sciopero dei benzinai “era uno sciopero da evitare perché ancora una volta le vittime sarebbero state i cittadini. Il ministro Urso si è mosso bene, ed è riuscito a far limitare la durata dello sciopero. Questa è certamente una buona notizia per tutti. Però, devo aggiungere che i gestori su una cosa hanno davvero ragione: non meritano di essere indicati come i responsabili degli aumenti dei prezzi della benzina o addirittura degli speculatori. Gli aumenti dei mesi scorsi non dipendevano in alcun modo dai benzinai, che anzi ne erano vittime come noi”. Così Silvio Berlusconi a 'Dritto e Rovescio' su Rete 4, intervistato da Paolo Del Debbio.

M5s contro Meloni

"Prima la mancata conferma del taglio delle accise in manovra, poi la pantomima di gennaio del duo Meloni-Urso tra accuse ai benzinai, il varo dell'inutile Dl trasparenza e infine la sequela di incontri a Palazzo Chigi, culminati nello sciopero, non ha risolto nulla": così i deputati M5S in commissione Attività Produttive alla Camera. "Come dicono le associazioni dei consumatori - continuano - il costo della benzina resta spropositato e pesa sulle famiglie, che si trovano alle prese con un carrello della spesa che aumenta di giorno in giorno. Non solo: il prossimo 5 febbraio è fissato il blocco dell'import del petrolio dalla Russia, ma non ci risulta che il governo si sia attivato in alcuna direzione, né sul versante nazionale né su quello internazionale. L'Italia dipende fortemente da certi rifornimenti, e sarebbe importante capire se imprese e famiglie italiane possono stare tranquille, visto che le tariffe delle pompe di benzina sono già alle stelle".

In Italia la benzina dovrebbe costare meno che nel resto d'Europa

I prezzi della benzina oggi

Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 18mila impianti: benzina self service a 1,875 euro/litro (+6 millesimi, compagnie 1,876, pompe bianche 1,870), diesel a 1,918 euro/litro (+5, compagnie 1,921, pompe bianche 1,910).

Benzina servito a 2,010 euro/litro (+6, compagnie 2,051, pompe bianche 1,929), diesel a 2,054 euro/litro (+6, compagnie 2,098, pompe bianche 1,967).

Gpl servito a 0,782 euro/litro (invariato, compagnie 0,793, pompe bianche 0,769), metano servito a 2,132 euro/kg (-3, compagnie 2,144, pompe bianche 2,123), Gnl 2,618 euro/kg (+4, compagnie 2,652 euro/kg, pompe bianche 2,592 euro/kg).

Questi sono infine  i prezzi sulle autostrade: benzina self service 1,945 euro/litro (servito 2,203), gasolio self service 1,988 euro/litro (servito 2,246), Gpl 0,885 euro/litro, metano 2,185 euro/kg, Gnl 2,593 euro/kg.

Fonte: Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La benzina torna pericolosamente a salire: servito già oltre i 2 euro

TrentoToday è in caricamento