Economia Piazza Dante

Assegno unico, quasi 40.000 domande. Ritardi nei pagamenti, la PAT corre ai ripari

La Provincia comunica che sta seguendo attentamente l’avvio della nuova procedura ed è pronta ad attivarsi con comunicazioni personali per concludere l’iter con i pochi richiedenti (una piccola percentuale su un totale di quasi 40.000 domande) che non hanno ancora ricevuto un riscontro

Problemi di erogazione dell'assegno unico dovuti a questioni tecniche di adeguamento dei software. Così la Provincia risponde alle lamentele sui ritardi nella distribuzione dell'assegno unico, entrato in vigore dal 1° gennaio 2018, in sostituzione di tutte le misure di sostegno al reddito oer famiglie bisognose. Le domande sono state 39.000, di cui 34.400 accolte. 

La Provincia oggi comunica che le domande presentate dopo il 5 dicembre non presentano criticità, mentre per quanto riguarda quelle presentate tra il 9 ottobre ed il 4 dicembre i richiedenti riceverannod elle lettere di convocazione presso il patronato per il calcolo della cifra alla quale hanno diritto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno unico, quasi 40.000 domande. Ritardi nei pagamenti, la PAT corre ai ripari

TrentoToday è in caricamento