rotate-mobile
Economia Centro storico / Via Antonio Gazzoletti

Presidio in piazza Dante: autisti Arcese ricevuti da Olivi, a rischio anche 45 trentini

Il rischio di licenziamenti all'Arcese riguarda anche 45 autisti trentini tra i 120 in esubero (su 180 totali) in tutta Italia. Oggi si è svolto un presidio organizzato dal sindacato Cobas sotto al palazzo della Provincia, al quale hanno partecipato anche lavoratori dei piazzali gestiti dall'azienda trentina a Corbetta (Milano) e Rivalta (Torino). Alcuni delegati sono stati ricevuti all'interno del palazzo dall'assessore Olivi che ha assicurato l'appoggio dell'amministrazione provinciale all'apertura di un tavolo di confronto con l'azienda.

"Non mettiamo in discussione che Arcese possa avviare un processo di riorganizzazione, di specializzazione di alcuni settori, a fronte di una oggettiva crisi del trasporto su gomma, ma non è possibile che esso non abbia come primo scopo quello di mitigare con proposte concrete gli effetti sull'occupazione - ha detto l'assessore - Il settore dell'autotrasporto sta cambiando e non è detto che questi cambiamenti siano solo negativi. Servono però proposte concrete che offrano soluzioni anche alternative ai lavoratori". 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio in piazza Dante: autisti Arcese ricevuti da Olivi, a rischio anche 45 trentini

TrentoToday è in caricamento