Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Banda larga: l'Antitrust tira le orecchie alla Provincia

Parere negativo dell'Autorità garante della concorrenza sul progetto della Provincia e di Telecom per sviluppare la rete a banda larga di nuova generazione: si chiede che vengano riesaminate le modalità dell'accordo

L'Antitrust esprime un parere negativo sul progetto della Provincia e di Telecom per sviluppare la rete a banda larga di nuova generazione: si chiede che vengano riesaminate le modalità dell'accordo perché è mancata una gara vera e propria. L'Authority tira le orecchie alla Provincia sull'esigenza di evitare che i propri provvedimenti introducano restrizioni della concorrenza. Dal canto suo la Provincia - recita un comunicato di Piazza Dante - prende atto di una interpretazione che ritiene frutto probabile di un equivoco. 

Equivoco oppure no, va detto che lo scorso luglio era stata la Commissione europea ad aprire un'indagine sugli accordi intercorsi tra Provincia di Trento e Telecom Italia per realizzare un'infrastruttura di fibra ottica. In quel caso i dubbi erano relativi al fatto che il progetto sia stato portato avanti a condizioni di mercato accettabili anche da operatori privati. Per la cronaca, Telecom detiene il 41,1% della società per la fibra ottica trentina, la Ngn.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda larga: l'Antitrust tira le orecchie alla Provincia

TrentoToday è in caricamento