Economia

I pensionati in Trentino sono il 26,6% della popolazione, importo pari al 14,4% del PIL locale

Presentata l'analisi del Servizio Statistica sulle pensioni in Trentino: il 43,3% non arriva ai mille euro mensili, il 13,1% sotto i 500 euro, nettissime le differenze di genere nel trattamento pensionistico, la maggior parte delle donne tra i 500 e i 1.000 euro

Sono stati presentati dal Servizio Statistica della Provincia i risultati della prima analisi sulle pensioni in Trentino condotta sul casellario dell'Inps. I dati raccolti si riferiscono ai trattamenti pensionistici erogati nel 2011 a 141.625 pensionati per un totale di 2.366 milioni di euro. Un importo che è cresciuto costantemente nell'ultimo decennio: 4,6% l'incremento annuo e 57,2% quello su dieci anni (2001/2011). Il totale delle pensioni erogate nel 2011 incide è pari al 14,4% del PIL trentino

L'importo medio annuo delle pensioni è risultato essere pari a 12.079 euro, circa 850 euro in più della media nazionale. Al di sotto dei mille euro al mese si colloca però il 43,3% dei pensionati trentini (il 55,6% sono donne, 26,8% uomini), il 13,1% non supera i 500 euro mentre il 15,6% percepisce più di 2.000 euro. Netta la differenza tra uomini e donne: la maggioranza delle pensionate si colloca nella fascia tra i 500 e i 1000 euro (38,2%), solamente l'11,6% delle donne si colloca tra i 1.500 e i 2.000 euro, soglia oltre la quale la percentuale si restringe all'8,9%. In totale i pensionati in Trentino costituiscono il 26,6% dell'intera popolazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I pensionati in Trentino sono il 26,6% della popolazione, importo pari al 14,4% del PIL locale
TrentoToday è in caricamento