menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi stagionali: 4.500 iscritti all'Agenzia del Lavoro, ma pochi sono stati contattati

Un mese fa la Provincia ha raccolto le iscrizioni, ora però occorre fare in fretta: la stagione dei piccoli frutti è già cominciata. Coldiretti lancia l'allarme: "Tra poche settimane la situazione sarà drammatica"

Sono 4.500 ad oggi le persone iscritte al portale dell'Agenzia del Lavoro proponendosi come lavoratori stagionali del settore agricolo in Trentino. Con i confini, statali e regionali, chiusi a causa dell'emergenza l'agricoltura necessita più che mai di manodopera stagionale. La Coldiretti, però, lancia un allarme: 4.500 iscritti, che non sono pochi, non bastano a coprire l'effettivo bisogno di lavoratori. Non solo: ad oggi oltre a raccogliere le iscrizioni non è stato fatto nulla per mettere rapidamente in contatto gli aspirati stagionali con le aziende.

"Non è il momento di ragionare dei massimi sistemi ma, consapevoli della realtà che stiamo vivendo, di agevolare attraverso procedure semplificate l'inserimento della manodopera all'interno delle imprese - spiega Enzo Bottos, diurettore trentino di Coldiretti - Occorre fare in fretta, oggi il più grande nemico è il tempo, tra poche settimane la situazione sarà drammatica: la stagione dei piccoli frutti è già cominciata". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento