Albergatori-giude alpine: solo sui sentieri più facili

La qustione era arrivata in dicembre sul sito di The Guardian che avvertiva i lettori: potreste ritrovarvi un cuoco come guida. Ora il consigliere PD Luca Zeni propone una modifica: "lì per lì non ci si è resi conto della portata della norma"

foto: Andrea Simon

La questione era arrivata qualche mese fa sulle colonne del quotidiano inglese The Guardian che metteva in guardia i lettori dalla possibilità di ritrovarsi un cuoco come guida alpina, in Trentino. Con una legge approvata lo scorso ottobre infatti la Provincia ha dato la possibilità ai gestori di strutture ricettive ed ai loro familiari di accompagnare i turisti sul territorio.

Ora il capogruppo del Pd in consiglio provinciale Luca Zeni ha presentato un disegno di legge, firmato anche dai consiglieri Plotegher, Civico e Manica, per porre rimedio. "All'interno di una legge approvata ad ottobre 2014 dal Consiglio, è stato approvato in mezzo agli altri un emendamento di cui lì per lì non si era compresa la portata - si legge in una nota - Di fatto si è creata una grossa falla all'interno della legge che disciplina le professioni della montagna, consentendo ai "gestori di esercizi alberghieri" e ai "loro familiari" di svolgere attività di accompagnamento in montagna addirittura senza i limiti di professionisti come gli accompagnatori di territorio limiti di quota o di neve".

Una norma che sembra andare in direzione opposta rispetto alla sicurezza ed alla professionalità spesso evocate quando si parla di montagna ed escursioni. La proposta di Zeni è di consentire agli alberghi di organizzare gite, non solo a gestori e fmailiari ma a tutto il personale (cuochi compresi, estremizzando un po') ma di introdurre contemporaneamente un limite per tipo di sentieri e di attività. Sentieri facili e attività poco rischiose potrebbero infatti essere contemplati nelle gite offerte dagli alberghi, alta montagna e sport estremi dovrebbero invece essere riservati a professionisti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento