Economia Centro storico / Via Berlino

A22: la società in house punta alla concessione

Kompatscher: "Disponibili a destinare parte delle riorse alla bretella della Cispadana ed al Tunnel del Brennero"

Nei giorni scorsi, a Palazzo Widmann i presidenti delle province di Bolzano e Trento, Arno Kompatscher e Ugo Rossi, hanno incontrato il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. Al centro del vertice i temi legati alla viabilità e alle infrastrutture strategiche che interessano i tre territori, a partire dalla concessione autostradale per A22, considerata presupposto fondamentale per altri progetti di rafforzamento dei collegamenti secondari come, ad esempio, la Cispadana e la Campogalliano-Sassuolo.

"Si è trattato di una preziosa occasione di confronto – precisa Kompatscher - sull'importanza e la strategicità di alcune opere infrastrutturali, la cui sollecita realizzazione rappresenta un valore aggiunto per lo sviluppo e la crescita dei territori interessati, nonché un fondamentale fattore di competitività per le nostre realtà economiche. Assieme a Rossi e Bonaccini abbiamo condiviso l'auspicio che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti possa fare propria nel più breve tempo possibile la proposta di affidare la concessione autostradale di A22 ad una società in-house interamente pubblica. Si tratterebbe di una scelta che si muove nell’interesse dell’intero paese e del suo sistema produttivo".

La nuova società in-house f punta ad ottenere la concessione autostradale in cambio delle opere aggiuntive  comme Cispadana e Corridoio del Brennero. I presidenti si dichiarati disponibili a destinare parte delle risorse alla realizzazione di queste opere. “L'affidamento in-house della concessione autostradale Brennero-Modena – conclude Arno Kompatscher - assume dunque un particolare significato come strumento di sviluppo e competitività a vantaggio di tutti i territori attraversati.”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A22: la società in house punta alla concessione

TrentoToday è in caricamento