menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trentino, la crisi continua: calano occupati e fatturato delle imprese

I dati del quarto trimestre 2012 della camera di commercio. L'occupazione diminuisce dell'1,9%. Vanno bene solo le grandi aziende industriali e i grossisti

Ancora dati negativi per l’economia trentina. L’indagine congiunturale relativa al quarto trimestre 2012, pubblicata dalla camera di commercio di Trento, segnala una diminuzione del 2,1% del fatturato delle imprese che fanno parte del campione (1.069 aziende), con una diminuzione dell’occupazione pari all’1,9%, rispetto allo stesso periodo del 2011.  

“La fase di crisi in corso – si legge nel documento - dal punto di vista dei risultati economici delle imprese, non appare volgere al termine”. La congiuntura manifesta i suoi effetti più marcati sul versante occupazionale, con decise riduzioni degli addetti, in special modo presso alcuni settori più esposti all’attuale fase negativa.

Questa la situazione settore per settore:

MANIFATTURIERO Il comparto manifatturiero industriale è uno dei pochi settori che mostra una certa resistenza all’attuale fase recessiva, pur non restandone completamente immune. Il fatturato del settore si riduce su base tendenziale dell’1,2%, una diminuzione ancora contenuta se raffrontata con quella di altri comparti, mentre l’occupazione è stagnante (+0,3%).

ARTIGIANATO Le imprese artigiane del manifatturiero e dei servizi, che fatturano prevalentemente in ambito provinciale, risentono anche in questo trimestre della caduta della domanda locale e sperimentano una diminuzione su base annua del fatturato del 2,0%. Anche l’occupazione mostra, per il secondo trimestre consecutivo, evidenti segnali di rallentamento diminuendo dell’1,3%.

ESTRATTIVO La situazione nel comparto estrattivo del porfido è sempre più critica. Rispetto all’analogo periodo del 2011 il fatturato diminuisce di un pesante 20,0% e l’occupazione del 3,9%.

EDILIZIA Il settore edile, analogamente a quello estrattivo del porfido, si trova in una fase di crisi strutturale. Su base annua il fatturato e il valore della produzione diminuiscono dell’8,1%.

COMMERCIO Il commercio all’ingrosso è il settore che presenta le performance migliori del fatturato su base tendenziale (+1,9%), con una tenuta di quello alimentare e una ripresa anche dell’ingrosso non alimentare (+2,6%). L’occupazione invece diminuisce, ma in maniera modesta (-0,3%). Il commercio al dettaglio, invece, presenta anche in questo quarto trimestre 2012 forti difficoltà: il fatturato diminuisce del 3,7% e il valore della produzione del 3,3%. L’occupazione mostra una pesante diminuzione (-3,2%).

AUTOTRASPORTO MERCI Sul piano dell’evoluzione del fatturato, il comparto anche in questo trimestre sembra indicare una sostanziale tenuta (+0,9% la variazione su base annua), mentre l’occupazione diminuisce Pesantemente per il terzo trimestre consecutivo (-7,9% la caduta nel quarto trimestre).

TERZIARIO Il settore dei servizi alle imprese si connota in questo quarto trimestre per una sensibile diminuzione del fatturato (-6,3%), occupazione -3,4%.

In generale, le imprese che appaiono meno in sofferenza sono quelle di medie dimensioni (21-50 addetti) il cui fatturato cresce su base annua dello 0,4%, mentre si riducono sensibilmente i ricavi delle vendite delle micro imprese con 1-4 addetti (-13,5%). 

Riguardo alle previsioni, il dato sugli ordinativi in valore assoluto lascia intravedere qualche timido segnale di una possibile attenuazione della crisi, tuttavia permane marcatamente negativo il saldo tra coloro che li reputano in aumento nel trimestre (12,8%) e coloro che li reputano in diminuzione (37,4%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Samantha Cristoforetti tornerà nello Spazio

  • Cronaca

    Tamponi: ecco dove farli e quanto costano

Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento