Vendemmia 2019: annata scarsa ma eccellente per spumanti e rossi da invecchiamento

La produzione perde in quantità il 15% sull'anno precedente, ma ci sono punte di eccellenza

Un'annata avara, ma promettente. Questo il bilancio tracciato dai tecnici della Fondazione Edmund Mach sulla vendemmia 2019. Si parla del -15% rispetto all'anno precedente, ma il vino ottenuto, in minor quantità, fa ben sperare soprattutto per quanto riguarda spumanti e vini rossi da invecchiamento. 

Gambero Rosso: i migliori vini trentini

"Il 2019 sarà ricordato in viticoltura come un'annata che dal punto di vista produttivo è stata inferiore alle attese, condizionata dagli andamenti climatici di aprile e maggio non favorevoli - hanno spiegato Maurizio Bottura, Luciano Grodd e Mario Malacarne - ma per le uve bianche si evidenziano ottime acidità e per le varietà rosse è stata una buona annata con punte di eccellenza nei vini rossi medio-tardivi come il Teroldego. Nei vigneti dove si è potuto ritardare la vendemmia si sono ottenuti vini molto strutturati, che fanno pensare ad una grande annata di vini longevi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Brasato alle noci, mele e marzemino: la ricetta

Nell'incontro si è parlato anche della cimice asiatica, insetto che preoccupa sempre più il mondo dell'agricoltura. Per quanto riguarda i vigneti, però, non si registrano danni sebbene la vite costituisca una base di diffusione per la specie. "A differenza delle specie frutticole dove la cimice asiatica provoca ingenti danni sui frutti, al momento sulla vite non si segnalano particolari danni - ha spiegato Claudio Panizza della FEM - La cimice trova sulla vite però una condizione ottimale per l’ovodeposizione delle uova, grazie alla foglia molto grande, alle condizioni di ombreggiamento e protezione che si possono creare all'interno delle pergole. Dalla vite la cimice si sposta poi nelle colture limitrofe per alimentarsi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato morto a 30 ore dalla nascita: dramma all'ospedale di Rovereto

  • Freddo intenso, anche 10° sotto la media: il riscaldamento si può già accendere

  • Galleria di Martignano: testa-coda sull'asfalto bagnato poi si schianta contro il guard rail

  • Coronavirus, un altro studente positivo: classe in quarantena e lezioni online

  • Cervo investito sulla statale: "In quel tratto succede una volta al mese"

  • Giornate Europee del Patrimonio 2020: in Trentino musei aperti e attività al Mart

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento