rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cucina Povo / Localita' Povo

Vino "lento": le migliori cantine trentine secondo Slow Food

Ecco chi ha ottenuto le prestigiose "chiocciole" per vini prodotti nel rispetto dell'ambente e delle tradizioni

Torna l'autunno, stagione del vino, e Slow Food come ogni anno torna ad assegnare le famose "chiocciole" a migliori vini italiani, rispettosi dei valori che da sempre caratterizzano l'operato dell'associazione di tutela del patrimonio enogastronomico nazionale. Non tutti gli anni, a dire il vero: l'edizione del 2020 non si è tenuta a causa della pandemia, e per questo il premio 2021 rappresenta un lieto ritorno, carico di attese.

Trentino da gustare: ecco i prodotti del territorio

Ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento, all'interno di 218 cantine su tutto il territorio nazionale, ci sono anche 7 realtà trentine. Si tratta, in tutti i casi, di conferme: tutte le cantine presenti avevano, infatti, già ottenuto il titolo. Sono cantine che, come si legge nella nota, si sono meritate il marchio della chiocciola  “per il modo in cui interpretano valori organolettici, territoriali e ambientali in sintonia con la filosofia di Slow Food”.

Autunno trentino: cinque sentieri da non perdere

A rientrare nell'elenco, in Trentino, sono le cantine: Eugenio Rosi, Foradori, Francesco Poli, Lorenzo Bongiovanni, Maso Furli, Pojer & Sandri, Vignaiolo Fanti. Un bel riconoscimento, in attesa di sapere quali vini saranno inclusi nella prestigiosa Guida Slow Wine, che solitamente viene presentata ad ottobre, e quali osterie trentine saranno nominate tra le Migliori Osterie d'Italia nella guida attesa per dicembre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino "lento": le migliori cantine trentine secondo Slow Food

TrentoToday è in caricamento