menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Birra dell'Anno: ecco i birrifici trentini premiati

Due presenze fisse, in categorie non facili, un ritorno, direttamente al primo posto, e due new entry. Acide, weizen ed ale in stile inglese: non manca niente

Trentino terra di birra, ormai da molti anni. La conferma arriva ancora una volta da Rimini dove Unionbirrai ha premiato anche quest'anno i migliori birrifici nazionali all'interno della fiera Beer Attraction.

Sono quattro le realtà trentine presenti in classifica, ed un quinto birrificio si è guadagnato una menzione speciale. Il Birrificio BioNoc' del Primiero, ormai specializzato nel difficile stile delle birre acide, ed il Birrificio Val Rendena, da sempre un'eccellenza negli stili tedeschi, si confermano presenze fisse da anni al vertice della classifica nelle rispettive categorie. Esce dalla classifica il Birrificio Leder, premiato l'anno scorso, e rientra, direttamente al primo posto nello stile Golden Ale, il Birrificio Barbaforte di Folgaria, già medagliato nel 2018. New entry, al secondo posto, per la collaborazione di Birrificio Italiano con il Klanbarrique di Rovereto. Menzione nella categoria Red Ale per la Foxtail, storica creazione di Birra del Bosco di San Michele all'Adige.

Ecco le birre premiate

Il Birrificio BioNoc' si piazza al primo posto con la Albicoppe: una birra all'albicocca, con alle spalle un lavoro di produzione ed invecchiamento particolarmente complesso, nella categoria "sour", ovvero le birre acide della tradizione belga. L'anno scorso le medaglie erano state tre, grazie a birre prodotte con amarene, lamponi e, addirittura, licheni.

Guida Michelin: i migliori ristoranti trentini

Un altro prodotto sicuramente particolare è la Marzerimen nata al Klanbarrique di Rovereto, che elabora ed invecchia le birre di Birrificio Italiano. Si tratta di una Sour Italian Grape Ale, ovvero una birra ottenuta con l'aggiunta di mosto o parti della lavorazione dell'uva, in questo caso il Marzemino, principe dei vini lagarini. Una sperimentazione che è stata premiata con il secondo posto in questa categoria.

Gambero Rosso: i migliori vini trentini

Il Birrificio Val Rendena ottiene quest'anno il secondo posto con la Weizen che l'anno scorso fu premiata come migliore d'Italia. Quest'anno il titolo spetta al vicino birrificio Batzen di Bolzano, con la Weisser Bock. Ma il Trentino non si fa mancare niente e con la San Lorenzo, prima creazione del Birrificio Barbaforte di Folgaria, primeggia anche in uno stile anglosassone: quello delle Golden Ale inglesi, chiare e ad alta fermentazione.

Slow Food: le migliori osterie trentine

Rimanendo sempre nel mondo anglosassone un altro birrificio trentino si è meritato una menzione (sostanzialmente un quinto posto in classifica) per una Red Ale, una birra rossa ad alta fermentazione: si tratta della Foxtail di Birra del Bosco, altra pionieristica realtà trentina con sede a San Michele all'Adige. Non resta che provarle tutte!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento