Allontanato da casa per violenze, torna il giorno dopo e tenta di prendersi la figlia

Nuovo intervento dei Carabinieri a Zambana, l'uomo ha fatto irruzione in casa strappando la bimba dalle braccia del suocero

E' tornato alla casa dalla quale era stato allontanato dai carabinieri, tentando di portare via la figlia piccola. E' accaduto a Zambana, dove il 21 gennaio scorso i militari erano intervenuti alle 4 del mattino dopo la chiamata al 112 di una donna, che denunciava di essere stata picchiata dal marito.

Una storia di violenze e sopprusi che andava avanti da sei anni. L'uomo aveva ricevuto un ordine di allontanamento, ma il mattino successivo è tornato. Si è presentato in casa ed ha strappato violentemente la bambina dalle braccia del suocero. In quello stesso momento la madre si trovava ancora negli uffici della caserma di via Barbacovi, quando ha ricevuto la telefonata del nonno. Il Comando ha immediatamente inviato ua pattuglia sul posto e questa volta l'uomo è stato arrestato. Attualmente si trova in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento