Cronaca Centro storico / Via Malpaga

Orsa Daniza: il WWF prende posizione

La presidente nazionale del WWF Donatella Bianchi firma un comunicato "diplomatico": non si chiede di fermare le operazioni di cattura ma semplicemente di agire in modo razionale lontano da approcci emotivi. In ogni caso però va garantita la crescita dei cuccioli

Foto: C. Groff Archivio Servizio Fireste e Fauna

Auguri di pronta guarigione a Gabriele Maturi, l'uomo aggredito dall'orsa nei boschi di Pinzolo, e tante perplessità sull'ipotesi di cattura e sul destino dei piccoli. Mentre ormai in internet il caso di Daniza suscita le reazioni più disparate, l'associazione animalista per antonomasia prende posizione, lontana da facili approcci emotivi.

"Le delegazioni WWF auspicano ed invitano la collettivitá ed i decisori ad un'analisi dell'accaduto che sia il più possibile oggettiva e scientifica e dalla quale vengano banditi tutti gli approcci emozionali, demagogici e strumentali" si legge nel comunicato che porta la firma della presidente nazionale Donatella Bianchi che ribadisce quanto si legge in quasi tutti i commenti alla notizia sul web, ovvero che "l'aggressione dell'orsa, per quanto potenzialmente in grado di portare a conseguenze estremamente serie e gravi non va in alcun modo considerata come un comportamento predatorio o deliberatamente aggressivo dell'animale contro l'uomo ma come la inevitabile risposta di una madre con cuccioli nei confronti di un altro grosso mammifero“.


Quanto al tanto contestato progetto Life Ursus che alla fine degli anni '90 portò diversi esemplari di orso nei boschi trentini il WWF ricorda come questo sia "una realtá sovraprovinciale, sovraregionale e sovranazionale e la popolazione urina che ne é scaturita rappresenta un valore ed un impegno altrettanto condiviso tra provincie, regioni e nazioni delle Alpi Centrali".

Niente decisioni affrettate nè autonome insomma e qualora l'orsa dovesse essere catturata (il WWF non chiede, come LAV e LAC che Daniza venga lasciata dov'è) particolare attenzione deve essere data al destino dei due cuccioli: "ai due giovani, peraltro non responsabili di alcun comportamento aggressivo, va garantita la possibilità di diventare adulti in grado di sopravvivere nell'ambiente selvatico“. Leggi il comunicato, clicca qui...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orsa Daniza: il WWF prende posizione

TrentoToday è in caricamento