rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca Gardolo / Via di Spini

Ultimo giorno di lavoro alla Whirlpool, Dorigatti: "Nessun lavoratore va lasciato solo"

"Senza un comparto industriale solido e competitivo il territorio non potrà che perdere occupazione" così il presidente del Consiglio provinciale, ed ex sindacalista, Bruno Dorigatti nell'ultimo giorno di lavoro alla Whirlpool. Il 2 settembre si terrà un consiglio monotematico sul settor eindustriale trentino

"L'ultimo giorno di lavoro alla Whirlpool di Trento rappresenta un momento triste per le lavoratrici e i lavoratori che hanno subito in prima persona il trauma della chiusura dello stabilimento, ma anche per tutto il sistema economico trentino". Questo il commento del presidente del Consiglio provinciale, ed ex segretario della Cgil trentina, Bruno Dorigatti che sottolinea la perdita di un pezzo di storia della città, perdita che si riflette su tutto il sistema industriale trentino: "migliaia di trentini vi hanno lavorato, da quando ancora si chiamava IGNIS fino all'altro ieri, quando si è messa la parola fine alla produzione. Ora nessun lavoratore dovrà essere lasciato solo: il Trentino dovrà essere in grado di usare al meglio le risorse per la riqualificazione e il reinserimento di tutti i dipendenti".

In questo processo la Provincia, come è noto, farà la sua parte: "Il 2 settembre il Consiglio provinciale, condividendo trasversalmente una proposta delle minoranze, si riunirà in una seduta monotematica dedicata proprio alla situazione occupazionale nell'industria trentina: sono certo emergeranno ottimi spunti di analisi ma, soprattutto, una linea di azione condivisa che rimetta di nuovo al centro il lavoro e l'economia reale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimo giorno di lavoro alla Whirlpool, Dorigatti: "Nessun lavoratore va lasciato solo"

TrentoToday è in caricamento