Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Oltrefersina / Via Apollonio Annibale

Volo a bassa quota, presto una realtà per l'elicottero del 118 trentino

Primi voli sperimentali sulla rotta Trento-Cles a bassa quota grazie alla strumentazione satellitare

Volare a bassa quota, per gli elicotteri del soccorso, ha i suoi vantaggi: per esempio riduce la possibilità che sulle pale si formi del ghiaccio, molto pericoloso, durante la stagione più fredda. Presenta però anche dei rischi, soprattutto in caso di poca o nulla visibilità. In questi casi, finora, o si rinunciava al volo oppure si correvano rischi molto alti.

Presto però il volo strumentale a bassa quota potrebbe diventare una realtà in Trentino. Oggi lo si può fare utilizzando i segnali che agli apparecchi giungono dalla rete satellitare. E’ questo il senso di un progetto, a cui collabora anche il Nucleo Elicotteri del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Trento, che si sta concretizzando.

Si è cominciato con la rotta tra Trento e Cles ma l’idea è quella di procedere certificando rotte sicure a bassa quota verso tutte le valli trentine. In questo modo si potrà volare e prestare soccorso in condizioni meteorologiche peggiori rispetto a quelle considerate accettabili fino ad ora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volo a bassa quota, presto una realtà per l'elicottero del 118 trentino

TrentoToday è in caricamento